Il valore del mercato del coaching è enorme.
Nel mondo si aggira sui 3.000 milioni di dollari, o se preferisci 3 MILIARDI di dollari.

In Italia la cifra è ovviamente diversa, ma te la dirò solo alla fine di questo articolo, perché prima ha senso fare qualche considerazione.

Quanti sono i Mental Coach nel Mondo? E in Italia?

Uno studio fatto da PricewaterhouseCoopers e ICF Global CoachingStudyReleased ha identificato il valore del mercato del coaching e per farlo è partito dal numero dei Mental Coach.

Nel 2007 il numero di Mental Coach nel mondo era circa 30.000, di cui 200 in Italia.
Ma in realtà si trattatva soprattutto di Business Coach e/o consulenti già presenti all’interno di aziende, che semplicemente hanno coniato questo nome.

Nel 2010 cambia qualcosa ed è qui che il valore del mercato del coaching inizia a salire vertiginosamente soprattutto in Italia.
Nel mondo i Mental Coach diventano 39.000 con un aumento del 30%, ma in Italia salgono a 1.000, quintuplicandosi.

Il 2012 stabilizza il trend: nel Mondo il numero di Mental Coach cresce del 20%, mentre in Italia si superano i 2.000.

Dal 2014 in avanti i dati si stanno ancora raccogliendo, ma dalle prime analisi sembra che si stia mantenendo una crescita costante a 2 cifre, mentre in Italia siamo sempre vicini al raddoppio ogni anno.

I Mental Coach sono uomini o donne’ E che età hanno?

Sempre lo stesso studio, per andare ancora più a fondo e comprendere ancora meglio il valore del mercato del coaching, li ha studiati per età e sesso.

Dai dati emerge come la maggioranza siano donne, anche se da un 67% iniziale si è passati a un 55%.

Mentre la fascia d’età è rimasta sempre la stessa: infatti nel 2008 era 38-55 anni, mentre oggi è 30-58.

Il valore del mercato del coaching in Italia.

Quindi in Italia?
Si parla di circa 25/30 milioni di euro.

Poco? Tanto? Dipende!

Ma come sempre i dati sono dei numeri che hanno un senso diverso rispetto al contesto in cui si inseriscono.

Allora ti dico questo:

  • Dal 2007 a oggi il valore del mercato del coaching è cresciuto in modo costante del 50% ogni anno.

Ti ricordo che:

  • Nel 2006 è iniziata “la crisi” ed è strano pensare come un servizio, che di solito sono i primi ad essere tagliati, sia invece cresciuto così tanto. L’unica spiegazione è che sia un servizio indispensabile per crescere.

Inoltre ti segnalo che:

  • Questo dato considera solamente le sessioni di coaching e non i corsi che molto spesso i coach erogano, o i guadagni passivi dati dalla vendita di prodotti online e nemmeno gli introiti di tutte le società che fanno corsi per diventare Coach. Quindi il valore del mercato del coaching in senso più ampio è molto ma molto maggiore.

Ultima sottolineatura:

  • La crescita del 50% annuo è una media mondiale, in Italia siamo sicuramente un passo indietro, soprattutto a causa di una domanda di coaching ancora latente: le persone o non sanno che esiste questo servizio o non sanno che tipo di benefici possono ottenere.
LEGGI ANCHE: Il paradosso del mercato del coaching.

Ma quindi?

Questi dati sul valore del mercato del coaching, come possono aiutarti e come possono aiutare il tuo marketing?

La prima cosa devono darti serenità di aver fatto la scelta giusta e di non essere un pazzo che ha deciso di andare a vendere ghiaccioli al Polo.

Mentre esternamente deve diventare un ulteriore dato killer da utilizzare in vendita per dimostrare quanto il coaching funzioni. Altrimenti non avrebbe dei tassi di crescita così massicci.

NB: Il settore cosmetico, che è quello di cui si dice “L’unico settore che non sente la crisi e che continua a crescer”, ha tassi di crescita del 20% annui.

Ancora una volta, questi dati sul valore del mercato del coaching è importante che tu li sappia contestualizzare e inserire all’interno della tua strategia, soprattutto nella parte di risoluzione delle obiezioni e nel rassicurare i potenziali clienti.

Questi dati su il valore del mercato del coaching, non solo parlano, ma URLANO quanto il coaching sia tremendamente efficace.

LEGGI ANCHE: 5 dati killer sul coaching.