Fare il sito o avene uno efficace è alla base della tua strategia di Marketing.

Quindi ogni Mental Coach deve, come prima cosa, fare il sito, anche se non basta.
Ma di questo abbiamo già parlato.

LEGGI ANCHE: Mental Coach, il sito è necessario ma non basta.

Una volta capita l’importanza dell’avere o fare un sito funzionante, ogni Mental Coach (e non solo, credimi) si fa una fatidica domanda:

  • Cosa devo fare per avere un sito?

E allora cerca su Google, chiede agli amici di Whatsapp e fa un po’ di ricerche… e scopre che, per fare il sito, ci sono una miriade di opportunità, che sono riassumibili in questi tre scenari.

#1 – COSTO ZERO

Qui ci sono due tipologie, la prima è che te lo faccia tu, la seconda è affidarsi a siti che te lo fanno creare.

Infatti, ci sono servizi come Wix, 1and1, ecc… che dicono:

  • Il tuo sito altamente professionale, gratis e in 5 minuti.

Non è vero che sono professionali, non è vero che ci metti 5 minuti… l’una cosa vera è che sono gratis, ma il risultato finale sarà probabilmente un disastro.
Tecnicamente hanno un codice pessimo e molto spesso, vengono indicizzati malissimo dai motori di ricerca.
Te li sconsiglio caldamente.

Puoi fare il sito tu e su Google è pieno di siti e tutorial che spiegano esattamente come fare, ma sappi che non sarà mai mai mai come tu lo immagini e non sarà mai perfetto.

Di lavoro fai il Mental Coach, non il Web Master.

questa opzione è perseguibile ma solo nell’immediato e nel breve periodo e solo ed esclusivamente a fronte di una prima fase di studio intenso.

#2 – DAI 300 AI 700 EURO

Questa è la storia del “C’è mio cugggino che fare il sito, te lo fa lui per 300 euro”.

Potrebbe essere una amico, un parente o un amico di un amico o un parente di un amico… e tutte le combinazioni possibili.

Magari è molto molto bravo, magari è un genio, magari è un giovane rampante che ne sa a casse da 12 che sta iniziando e si propone a prezzi stracciati… ma magari no.

E’ solo uno che ha qualche conoscenza in più di te, perché ha fatto un corso di WebDesign su GroupOn a 27 euro.
Oppure è una persona che poco prima di te ha avuto il tuo stesso problema (fare il sito) si è messo/a lì, ne ha fatto uno e ha imparato quelle 4 cose basiche per fare un sito e metterlo on-line.

Il problema è che molto spesso sono persone che forse hanno competenze tecniche, ma sono Marketing-Ignoranti.

Può essere che, per fare il sito, scelgano una bella grafica, che di primo acchito gratifica i tuoi occhi… ma magari non è concettualmente funzionale per il tuo obiettivo: CREARE CLIENTI!

Ciò che devi fare è valutarlo/a in base ai risultati: chiedigli di vedere le cose che ha fatto e chiedigli:

  • Cosa pensi di fare per me? Hai in mente qualcosa di specifico?

Se la risposta è:

  • Fare il sito.

Lascia perdere. 😀

Il mio consiglio è di non affidarti a persone così, la sensazione iniziale di risparmio, sarà presto controbilanciata dalla chiara consapevolezza che devi ri-fare il sito e che hai buttato 300 euro.

#3 – DAI 1.500 EURO AI 2.500

Qua si parla di cifre importanti.

E, a prescindere dalle possibilità economiche, far fare il sito da professionisti è la soluzione migliore in assoluto.

Però attenzione, non è il prezzo alto a fare la qualità, anzi!
Sono sempre e solo i fatti.

Chiedi di guardare i siti che hanno creato, se hanno fatto cose per professionisti del tuo stesso settore (o simile) e soprattutto I RISULTATI CHE QUESTI SITI OTTENGONO.

NB #1: Questa soluzione rappresenta un investimento e quindi valutala in base non al costo, ma al valore che ti può generare.

NB #2: I benefici non si vedranno nell’immediato e non sono misurabili nel breve termine, quindi se quei 1.500 – 2.000 euro ti sono indispensabili per vivere… NON spenderli, se puoi investirli, invece, fallo subito.

Concludendo.

Ovviamente queste sono le tre macro-categorie, che si pongono davanti a chi decide di fare un sito, ma tra l’una e l’altra ci sono tutte le sfumature possibili.

Quella che ti sconsiglio totalmente è la centrale: è davvero difficilissimo (io non l’ho mai visto) che qualcuno possa fare un sito professionale e performante per poche centinaia e d’euro.
Pensala così: è circa un mese di lavoro, tu lo faresti per così poco?

Quindi ti rimangono due scelte.
Nel lungo termine solo una paga e cioè quella di far fare il sito a mani esperte, ma nel breve, vanno bene entrambe. Ma ci sono delle regole.

Ecco perchè ho scritto un articolo ad hoc che le mette a confronto le due scelte, ti consiglio di leggerlo.

LEGGI ANCHE: