Ho deciso di fare un po’ di pubblicità ai Mental Coach… quindi non solo a me ma a tutti i Mental Coach che ci sono in circolazione.

Si sa, l’auto-referenziamento non è mai una buona strategia di marketing, anzi spesso si passa da “Sboroni”, antico termine Greco che indica una persona che vuole apparire più di ciò che è. 😉

Altresì è noto come le referenze di altre persone siano un’ottima strategia di promozionale e maggiore è l’importanza e la popolarità del Testimonial, maggiore sarà l’efficacia del suo messaggio.

Bene, oggi ti propongo un video dove un CEO di una credo piccola azienda americana, parla di quanto è importante avere un Mental Coach. Probabilmente tu conosci la società per cui lavora, io non l’ho mai sentita nominare, mi hanno detto che si occupa di “ricerca”… bo, forse faranno ricerche scientifiche, probabilmente fanno quelle ricerche insensate tipo:

  • lo sapevi che le pulci che infestano i cani fanno balzi più lunghi di quelle dei gatti?”;
  • lo sapevi che ammassi di fili non possono formare dei nodi?
  • … ah questa è la più bella: “lo sapevi che la fase del ciclo ovulatorio di una ballerina di lap-dance influenza l’entità delle sue mance?”.

Ti garantisco che sono ricerche fatte veramente (le trovi sul web), forse le hanno fatte proprio loro!

Ma tornando a noi, tra poco vedrai il video di questo CEO di questa azienda americana di “ricerca” che parla del perché sia importante un Mental Coach.

Il video dura poco più di 40 secondi ed è in un inglese abbastanza comprensibile, ma riassumendo: a questa persona viene chiesto di dare dei suggerimenti ai manager, sportivi e persone ambiziose in generale.

Il primo suggerimento che gli viene in mente è di farsi affiancare da un Mental Coach e racconta quando un suo amico/collega nel 2002 gli consigliò di farsi affiancare da un Mental Coach appunto. All’inizio sentiva di non averne bisogno, dopodiché decise di fidarsi dell’amico e ingaggiò un Mental Coach e in breve termine ottenne ottimi risultati.

Conclude dicendo che ogni atleta famoso (e non ndr), ogni performer (che in italiano lo si può tradurre con “esecutore”) famoso (e non ndr) ha bisogno di un Mental Coach, perché è una figura che ti aiuta ad andare verso quelli che sono i tuoi obiettivi, verso ciò che davvero vuoi.

Ecco il video.

Aggiungo che uno studio del Financial Times ha riscontrato che il Mental Coaching può arrivare all’88% di incremento della produttività, mentre la Formazione non supera il 22%.

Interessante eh…

Ah quasi dimenticavo: hai capito qual è questa azienda di “ricerca” di cui il tizio nel video è il CEO?  Io proprio non saprei!

Ok mi sono stufato, ora la vado a cercare su Google! 😉

A Coach Really Helps… Pensaci!

Keep Running

Giuse